RECUPERO

img_2385-modificato

Per il recupero delle problematiche di un cane, dell’educazione e dell’addestramento esistono moltissime scuole di pensiero, detti anche approcci, tutti secondo noi validi.

Molto spesso chi segue una determinata linea di pensiero esclude le altre mettendo così un freno alla proprie capacità di interagire con il cane e di capirne il carattere. Sì, perché ogni cane a prescindere dalla razza ha il suo modo di pensare , ha un bagaglio di esperienze proprie positive e negative; già la razza ci dà indicazioni sul carattere in generale perché nel suo bagaglio esperienziale ci sono le esperienze ” a prescindere ” o ” innate ” cioè le memorie di razza e le doti naturali esempio un border Collie avrà sicuramente nella sua memoria di razza il morso inibito, dunque non si potrà lavorare con un approccio classico, cioè l’uso del manicotto perchè probabilmente non si sentirà a proprio agio. Lo stesso vale per i retriver che nelle loro attitudini hanno un morso delicato utile per non rovinare le prede nel riporto, se abbiamo di fronte un pastore belga malinois, cane quasi sempre dal forte temperamento e tempra, con doti naturali spiccate, per aiutarci dovremmo usare pochi bocconcini e tanto manicotto. Proprio per questo noi non apparteniamo a nessuna scuola di pensiero , escludiamo a priori la coercizione, ma la nostra esperienza, fatta anche di tanti stage e seminari organizzati con relatori di tutte le scuole di pensiero, ci porta a ragionare alla problematica in base agli strumenti oggi messi a disposizione dai grandi uomini di cinofilia ed impiegarli sul cane per arrivare alla risoluzione nel miglior modo possibile. Ci avvaliamo per questo,di medici veterinari, di una Comportamentista cinofila, di un addestratore sportivo e non trascuriamo la nutrizione e la preparazione atletica, lavoriamo alcune problematiche comportamentali come le fobie in acqua ed altre come la fiducia nel proprio compagno bipede con il Mantrailing.
I percorsi addestrativi o educativi non sono mai una passeggiata di salute, serve tanta ma tanta pazienza e qualche volta ritornare sui prori passi, fare un passo indietro avvolte anche due ma noi siamo SEMPRE DALLA PARTE DEL CANE e non ci arrendiamo mai