SUPERFICIALITÀ O IGNORANZA?

SUPERFICIALITÀ O IGNORANZA?

Non é la prima volta che mi capita di aiutare giovani mamme che cercano di far di tutto per aiutare i loro bambini afflitti da disturbi del comportamento, anche quello di accogliere, su consiglio dei loro Medici, un cane in casa.

Aura

Purtroppo questi non sono casi isolati, ogni tanto si legge di famiglie disperate in cerca d’aiuto perché il loro cane invece di migliorare la situazione la sta peggiorando.

Non é mia intenzione attaccare professionisti come gli  psicologi infantili o altre figure simili che svolgono un lavoro assai complicato, però un appunto é doveroso. 

Non basta solo consigliare di prendere un cane in casa, per giunta cucciolo, c’è bisogno di molto di più.

Non basta conoscere i protocolli come quello dei cani IAA ( Interventi assistiti con gli animali ),  sono cosa ben diversa dall’avere un cane in casa 24 ore su 24.

Suggerire l’arrivo di un cane in casa può essere di grande aiuto per questi bambini, ma un cane non vale l’atro, il terapeuta e la famiglia dovrebbero prima confrontarsi con chi i cani li conosce, un professionista, ed insieme a loro cercare il piú idoneo alle esigenze e alla situazione

Qual’e il cane ideale?

Morfologicamente dovrebbe essere di taglia media, massimo 20 kg, escluderei i cani di piccola taglia al di sotto dei 10 kg, non avere un mantello troppo scuro, possibilmente con le orecchie pendenti.

Un cucciolo di pochi mesi é sconsigliabile,  tendono a mordicchiare per curiositá e sono in genere troppo esuberanti.

Caratterialmente dovrebbe essere un cane che abbia avuto un ottima socializzazione “ con i nervi saldi “ con altissima docilità, una tempra malleabile, una marcata socialità e un temperamento normale ( scale dei valori tratte dal manuale di psicologia canina applicata, autore Vittorino Meneghetti).

Molte di queste caratteristiche, in gran parte sono riscontrabili, peso a parte, nei Retriver ( Labrador e Golden ), oppure in molti meticci.

Prendere in seria considerazione la disponibilità della famiglia, già impegnata con grande sforzo  nelle dinamiche del proprio figlio, ad occuparsi anche dell’inserimento corretto del nuovo arrivato in famiglia.

Un compito difficile per tutte le figure coinvolte, ma assolutamente necessario per non incappare come spesso accade in clamorosi fallimenti. 

Meravigliosa vita da cani si mette a disposizione gratuitamente per queste particolari esigenze.

Nella foto Aura presa per aiutare un bambino, nonostante avessimo sconsigliato di tenerla, perché di carattere troppo fragile, oggi é ancora in famiglia anche se costantemente sorvegliata nell’interazione con il bambino rendendo ancora più complicata la situazione.